Wikihouse

Con Wikihouse l’architettura diventa  fai da te!

Anche la progettazione architettonica getta il proprio sguardo sul mondo della produzione open source.

L’esperimento nasce da un’idea di diversi collettivi di progettisti inglesi ed è da considerarsi come uno dei primi segnali della rivoluzione che ormai è in atto anche nel settore dell’edilizia.

Tutto questo è WikiHouse, un set di costruzione che si pone come obiettivo primario quello di permettere a tutti di progettare, scaricare, e produrre con tecnologie semplici e accessibili (fresature a controllo numerico di pannelli di compensato) costruzioni e componenti assemblabili con competenze tecniche o abilità minime, riducendo drasticamente i costi di costruzione.

 

Wikihouse

 

WikiHouse è basata su dieci principi che definiscono le linee guida per la progettazione open source e sono tra gli altri l’utilizzo di materiali locali, economici, riciclabili, biodegradabili, e l’attenzione verso l’ambiente e la cultura locale, passando per la sicurezza e la salute degli utenti, o ancora la facilità di montaggio, smontaggio e sostituzione delle costruzioni.

Si passa così dal sistema produttivo tradizionale che ruota attorno ad uno scambio lavoro  e denaro, ad un sistema aperto in cui è l’idea, lasciata libera, gratuita, modificabile, ad occupare il centro del processo.

 

Wikihouse

Wikihouse

 

In un recente progetto di nome Arkitektur, degli architetti hanno costruito un’intera eco-casa in sole quattro settimane utilizzando un computer e una macchina CNC.

Finora, 8 prototipi sono stati costruiti, e al progetto è stato assegnato il premio 2012 TED Cities.

Sono progetti come questo che stanno  cambiando il mondo e in un futuro non troppo lontano ribalteranno l’idea stessa di mercato così come siamo abituati a conoscerlo.

 

 

 www.wikihouse.cc

 

 

 

 

 

Rate this article: