Home > Salute > Transparency Life sciences

Transparency Life sciences

Ecco un’iniziativa straordinaria lanciata dal dott. Tomasz Sablinski, un ricercatore americano convinto che lo sviluppo dei farmaci, così come quello dei software, dovrebbe passare attraverso la filosofia open source!

 

Transparency Life sciences ha tutte le carte in regola per diventare il Linux della farmacologia.

Il percorso parte con l’abbandono del sistema attuale, basato su linee produttive in concorrenza e sulla difesa dei brevetti e della proprietà intellettuale che spesso ostacolano il processo di crescita e di cambiamento.

 

Sablinski vuole utilizzare il web per agevolare la raccolta di informazioni da usare per la sperimentazione e, dopo aver raccolto un gruppo di ricercatori, ha iniziato le prime ricerche su un farmaco per la sclerosi multipla, uno sull’infiammazione intestinale cronica e uno sui problemi cardiocircolatori.

 

Transparency Life sciences

 

 

Creando una piattaforma che sfrutti l’energia del web, sul sito Transparencyls.com i ricercatori possono mettersi in contatto con i pazienti che pongono domande in base alla loro esperienza, e tutte queste informazioni possono funzionare da suggerimento per una sperimentazione.

Sablinski spera di raccogliere abbastanza informazioni per scrivere un vero e proprio progetto da sottoporre alla FDA ( l’Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali americana).

 

L’industria farmaceutica spende miliardi di dollari per portare un farmaco sul mercato, a causa di una regolamentazione costosa, ostacoli normativi e una concorrenza tra le case farmaceutiche spietata. L’obiettivo di Transparencyls e’ appunto quello di dimezzare il costo di una sperimentazione clinica tradizionale.

 

Transparency Life sciences

Transparency Life sciences

 

Non è assurdo pensare che un approccio basato sulla condivisione delle informazioni, sorretto da un atteggiamento non-competitivo ma di partnership tra le industrie, con il coinvolgimento di enti, università e pazienti, potrebbe rappresentare un modello vincente ai problemi di sviluppo e innovazione.

 

Una volta dimostrata la fattibilita’ del progetto, il passo successivo sara’ prendere tutti quei farmaci che l’industria non sperimenta a causa dei costi e cercare di svilupparli con l’aiuto della rete.

 

Qualcosa di positivo si sta muovendo anche nel mondo della ricerca farmaceutica ed è all’insegna dell’open source!

 

 

 

transparencyls.com