Home > Sociale > Reti indipendenti > The Serval project

The Serval project

Con The Serval Project telefonare diventa gratuito!

Nel 1980, gli ingegneri che lavorano sui primi prototipi di cellulari, avevano immaginato reti diverse da quelle odierne, semplici ed economiche, ma le compagnie telefoniche hanno impedito loro di lavorare in questa direzione perché volevano conservare il modello  controllato dall’alto con la funzione di creare profitto a scapito del progresso.

A raccontarcelo è Paul Gardner-Stephen ricercatore australiano della Flinders University di Adelaide, che insieme agli studenti dell’Istituto Nazionale di Scienze Applicate di Lione, ha sviluppato il progetto Serval!

 

MeshCallResolution-isolated The Serval Project

 

 

The Serval Project è un progetto basato su un semplice concetto: rendere possibile la comunicazione via telefono cellulare senza l’utilizzo di una sim, quindi senza passare per le compagnie telefoniche e senza doversi appoggiare a nessuna infrastruttura esterna al telefono stesso. Serval sfrutta le cosiddette reti temporanee a maglia – Wireless Mesh Network –  per mettere in comunicazione tra loro due smartphone in un raggio di qualche centinaio di metri.

 

Se due apparecchi sono troppo lontani, entrano in gioco altri dispositivi Serval nella stessa zona, che captano automaticamente la comunicazione e la ritrasmettono uno all’altro in una sorta di peer to peer telefonico. Ogni dispositivo si trasforma automaticamente in router temporaneo, senza che l’utente debba intervenire in qualche modo.

C’è già una versione gratuita di Serval per smartphone basati su Android.

 

The Serval Project

The Serval Project

 

In questa prima release, Serval utilizza i trasmettitori Wi-Fi dei telefoni e gli hotspot wi-fi trovati nelle vicinanze.  La versione successiva si baserà sulle frequenze GSM.   Il progetto è open source e dunque gli sviluppatori di tutto il mondo potrebbero dare una grossa mano per migliorare il software.

Nei prossimi tempi ci potrebbe essere una piccola rivoluzione telefonica! I suoi creatori sono convinti che l’accesso alle comunicazioni e delle informazioni sia un diritto umano e sognano un mondo in cui chiunque possa essere liberamente collegato alla rete.

 

 

www.servalproject.org

 

Rate this article: