Home > Salute > Personal Genomes

Personal Genomes

George Church, professore di genetica ad Harvard, ha deciso di essere lui stesso il donatore n.1 del Personal Genome Project, il progetto di cui è co-fondatore, basato sul reclutamento di volontari che donano il proprio DNA per la ricerca scientifica, al fine di creare una banca di dati genetici open source rendendo poi noti i genomi dei  volontari e le informazioni sanitarie annesse.

 

 

4551014a-i1.0 120708-dna Personal Genomes

 

 

Personal Genomes intende raccogliere le sequenze genomiche di moltissimi individui, insieme a dati relativi alla storia clinica di ognuno, in modo da renderli poi accessibili per le future ricerche, creando una possibilità di migliorare i risultati nello studio delle malattie ereditarie.

I partecipanti sono perfettamente coscienti del fatto che tutti i loro dati personali sono liberamente accessibili per chiunque nel mondo lo desideri.

 

Per informare i successivi iscritti su cosa li attendesse, i test sono stati fatti inizialmente su un campione di 10 individui, a cui è stato prelevato un pezzo di tessuto da cui è stato possibile sequenziare completamente il genoma, elencarne le varianti genetiche, e individuare anche varianti apparentemente molto più rare.

 

 Personal Genomes

 

Personal Genomes

L’obiettivo  è quello di rendere disponibili queste informazioni alla comunità scientifica mondiale ma non solo, il progetto infatti è il primo che intende condividere tali dati a ricercatori anche al di fuori dell’ambito più strettamente medico, permettendo così di espandere in maniera più interdisciplinare le possibili implicazioni scientifiche di tale database.

 

Quella che si apre, a detta dei suoi creatori, è un mare di possibilità, che permetterà di usare la genomica non solo per le diagnosi, ma anche per le cure, di controllare il sangue per monitorare i fattori ambientali di rischio per il proprio profilo genetico, arrivando fino a sequenziare il genoma di un tumore per formulare la terapia su misura per il paziente.

 

Un progetto grazie al quale sarà sicuramente possibile fare grandi passi nell’ambito delle terapie di nuova generazione e un esempio da seguire perchè il genoma umano è patrimonio dell’umanità e i suoi segreti non possono essere di proprietà di nessun laboratorio privato.

 

www.personalgenomes.org