Home > Condividi > OpenMaterials

OpenMaterials

I materiali intelligenti sono materiali che possiedono proprietà in grado di essere cambiate e controllate tramite stimoli esterni, come ad esempio lo stress meccanico, la temperatura, l’umidità, il pH, il campo elettrico o quello magnetico.

 

Inchiostri conduttori di elettricità, finestre trasparenti che diventano opache al tocco di un interruttore, gelatine che suonano, tutto questo esiste già e Catarina Mota, co-fondatrice assieme a Kirsty Boyle del progetto OpenMaterials, ci dice che è arrivato il momento di sperimentare per inventare nuovi oggetti intelligenti!

 

Presentato durante la Ted Conference del 2012, OpenMaterials consiste in un progetto di ricerca collaborativa per la sperimentazione di nuovi materiali intelligenti, e ci offre una carrellata di materiali incredibili e fantastici, suggerendoci di sperimentarli, provarli, e divertirci!

 

 

OpenMaterials OpenMaterials

 

I materiali intelligenti sono difficili da ottenere in quantità ridotte e le informazioni su come usarli sono praticamente inesistenti e si sa ancora meno su come vengono prodotti. Quindi per ora esistono prevalentemente nell’ambito dei segreti commerciali e dei brevetti accessibili solo alle università e alle aziende.

Il progetto OpenMaterials invece, rifacendosi allo spirito dell’open source, mira a promuovere materiali da studiare e sviluppare in maniera collaborativa con il popolo della rete o chiunque ne sia interessato, per aumentare la consapevolezza delle persone su quello che sta succedendo alle scienze dei materiali, ma anche perché i creatori del progetto sono convinti che gli inventori più creativi si trovano spesso tra i dilettanti.

 

 

OpenMaterials

jeltone1 OpenMaterials

 

 

Con tali conoscenze e strumenti nelle mani di un gran numero di persone, i materiali diventeranno sempre più peformanti, aprendo le porte a possibilità prima impensabili. Basti solo pensare all’utilizzo del silicio nei microprocessori o alla prossima rivoluzione del grafene per capire quanto un singolo materiale può essere importante.

 

openmaterials.org