Home > Autoproduzione > Liter of Light

Liter of Light

Nei quartieri più poveri di moltissime metropoli nel mondo, dove la costruzione di impianti per la distribuzione elettrica è impensabile per i costi realizzativi, spesso le abitazioni (se così si possono definire baracche di pochi metri costruite con materiali poveri) sono così vicine l’una all’altra da non poter permettere la costruzione di finestre, costringendo la gente che vi abita ad una vita domestica svolta quasi completamente al buio, con tutte le conseguenze psicologiche e sulla salute che condizioni disumane come queste possono provocare.

 

 

UN LITRO DE LUZ 1 Liter of Light

 

 

Nel 2002 però un meccanico brasiliano di nome Alfredo Moser, ha inventato un metodo semplice quanto rivoluzionario per illuminare la sua officina durante le ore del giorno.

 

Moser ha capito che una bottiglia classica in plastica da un litro o un litro e mezzo, riempita d’acqua (con un po’ di candeggina per evitare la formazione di alghe o batteri) colpita a 360 gradi dai raggi solari, genera una rifrazione orizzontale che fornisce un’illuminazione paragonabile a quella di una normale lampadina da 55 watt.

 

Un’invenzione geniale che la Fondazione MyShelter, un’organizzazione che si occupa di costruzioni con materiale alternativo, nel 2011 appoggiò a pieno titolo producendo migliaia di utilissime “fonti di luce” a costo zero dando vita al progetto denominato LiterOfLight.

 

 

 ku-xlarge Liter of Light

Liter of Light

/>

 

 

Le istruzioni per costruire una di queste bottiglie luminose, sono disponibili nel sito ufficiale del progetto.

Ad oggi le “bottiglie solari” sono state installate in 140.000 case delle Filippine e l’idea è sbarcata in altri 15 paesi, dall’India al Bangladesh, dalla Tanzania all’Argentina, fino alle isole Fiji.

 

Le bottiglie di plastica anziché finire nella pattumiera diventano una fonte di luce economica e sostenibile, facilmente realizzabile e geniale nella sua semplicità.

 

 

 

www.aliteroflight.org