Home > Vai e Stai > LetzGo

LetzGo

Nasce dall’idea di tre amici: Davide Ghezzi, Luigi Pincelli e Sabrina Vinella, ispirati dal cambiamento e dalla volontà di migliorare la vita nelle nostre città anche attraverso modi nuovi di pensare la mobilità urbana.

 

Si tratta di Letzgo!

 

 

Letzgo è una community in cui, tramite un’app scaricabile su smartphone, si condividono i posti liberi nelle auto in circolazione e quindi le spese di viaggio, come nella più classica dinamica del carpooling.

Letzgo è una piattaforma che mette in contatto in tempo reale chi è a piedi e vuole raggiungere una destinazione in città, con chi si trova alla guida e sta dirigendosi nella stessa area.

 

 

LetzGo

 

Il funzionamento è estremamente semplice, si effettua la registrazione via app o direttamente sul sito, quando si vuole cercare un passaggio si apre l’app e si seleziona sulla mappa i punti di partenza e arrivo.

Letzgo a questo punto effettuerà una ricerca in tempo reale delle auto con posti liberi più vicine e in pochi istanti invierà la disponibilità dell’autista nel caso accetti di offrire un passaggio.

 

L’app suggerisce per ogni viaggio un rimborso spese che il passeggero può fornire al guidatore volontariamente (il suggerimento si basa sulla media rimborsi ACI, 0,95 euro al km). I pagamenti si effettuano con carta di credito o PayPal, i cui numeri sono stati dati al momento della registrazione (in pratica la app si fa garante della transazione).

Sia chi offre e sia chi riceve passaggi, può verificare il profilo dell’altro utente tramite la piattaforma social ed in tempo reale si può scegliere di indicare il viaggio tramite sms, e-mail o Facebook.

 

 

LetzGo

LetzGo

 

La piattaforma si rivolge a privati cittadini e, lo ricordiamo, si differenzia dal car sharing perché non immette nuove auto in circolazione e soprattutto non si pone come servizio a scopo di lucro!

 

A viaggio concluso gli utenti formulano un giudizio sulla qualità e la sicurezza del passaggio, che viene pagato (ma che potrebbe anche diventare gratuito in caso di accordo tra le parti) rendendo così il compenso un rimborso spese suggerito o volontario più che una vera e propria tariffa.

Siamo sicuri che il passaggio senza scopo di lucro, quindi una forma di autostop più “smart” prenderà piede in quanto occasione di socializzazione, soprattutto in ambito happy hour o fasce orarie più dedite allo spostarsi con finalità il divertimento.

 

 

Letzgo è un’idea così interessante tanto da attirare anche l’attenzione del ministero dei trasporti e che speriamo vivamente possa presto espandersi a livello nazionale!

 

letz-go.com