Knitic

Varvara Guljajeva & Mar Canet  a partire dal 2012 si sono dedicati allo sviluppo del progetto Knitic, un dispositivo completamente open source che permette di controllare un telaio per la produzione di maglieria calata. Esso permette, tra le altre cose, di controllare in tempo reale gli aghi e di realizzare il pattern scelto per la lunghezza desiderata andando eventualmente a modificarlo in corso d’opera.

Si tratta di uno sviluppo più recente del loro primo progetto: una macchina che produce maglieria calata tubolare (Circular Knitic) la quale ha recentemente vinto il gran premio del “3D Printing Contest” del sito instructables.com.

 

circular-knitic-2 circular_knitic-04a9a34f8db15e07

 

Inoltre, al Center for Art & Technology di Saragozza, in occasione del DOERS (un’esposizione incentrata sulla storia e sullo sviluppo del movimento makers a livello nazionale), sono state realizzate cinque macchine Circular Knitic che hanno lavorato per tutta la durata dell’esposizione creando lunghe pezze di maglia tubolare che, man mano, venivano fissate al soffitto del centro culturale.

La “ricetta” è semplice: serve una macchina da taglio laser, una stampante 3d, un kit MakerBeam e il versatilissimo Arduino. Per i primi due è sufficiente rivolgersi a dei Fab Labs o a dei makerspaces mentre gli ultimi due sono acquistabili comodamente tramite internet. In alternativa, per chi fosse interessato alla macchina che realizza maglia calata tubolare, potete acquistare tutto il kit o solo alcuni componenti direttamente dal sito.

 

 

Knitic

circular-knitic-2W

 

 

Un’ulteriore curiosità riguardante il progetto Knitic per la produzione di maglieria calata è l’applicazione del macchinario alla tecnologia EEG (elettroencefalografica): utilizzando un dispositivo non invasivo è stato registrato lo stato emotivo di alcuni soggetti durante l’ascolto dell’opera “Le Variazioni Goldberg” di Bach e i risultati riscontrati dell’attività elettrica dell’encefalo sono stati convertiti in un pattern bicolore. Ciò significa che la risposta emotiva, unica per ogni soggetto, all’ascolto di un brano musicale, viene catturata e memorizzata in un pattern riproducibile dalla macchina andando così a ricreare visivamente ed in modo tangibile delle vere e proprie emozioni.

 

 

Screen-Shot-2013-06-26-at-5.03.02-PM NeuroKnitting-5

 

 

E’ alquanto sorprendente come uno dei più obsoleti macchinari più comuni, come appunto le macchine da cucire, non sia stato preso in considerazione, se non solo recentemente, per delle rielaborazioni tecnologicamente più avanzate e al passo con i tempi in base alle nuove esigenze dell’era digitale andando ad interagire con ambiti apparentemente “lontani” tra i quali, appunto, la scienza e l’arte. Ed ecco come, finalmente, anche il settore tessile (in questo caso la maglieria) può essere arricchito ed integrato con le nuove tecnologie andando a creare un vero e proprio nuovo ambito lavorativo e creativo ricco di opportunità e nuove idee: la “manifattura digitale”.

 

Il duo creativo si augura che siano anche gli stessi fruitori di questo promettente hardware a continuarne lo sviluppo e a proseguire la ricerca; in fondo, lo spirito della condivisione consiste proprio in questo!

 

 

www.knitic.com

Rate this article: