Home > Green > Guerrilla gardening

Guerrilla gardening

Con Guerrilla Gardening si intende un’azione non violenta contro ogni forma di degrado urbano. Un gruppo di appassionati battaglieri contagia le nostre città con “attacchi” verdi per  rimodellarle e abbellirle con piante e fiori nelle zone dismesse e  spazi pubblici avviliti dal cemento e incuria. Il progetto nasce in Italia nel 2006, grazie ad un gruppo di giovani milanesi che sono riusciti a dare l’esempio per dare colore a una città grigia.

 

Guerrilla gardeningGuerrilla gardening

 

In realtà a coniare il termine fu Liz Christy e il suo gruppo Green Guerrilla nel 1973 negli USA; trasformando un derelitto in un giardino. Oggi, questo spazio è ancora ben tenuto e curato da alcuni volontari ambientalisti. Il progetto si espande radicalmente in tutto il mondo.

L’intento di alcuni attivisti è quello di creare cibo, piantando segretamente alberi da frutto o altre piante commestibili  o ancora dei semplici fiori nei parchi, lungo le piste ciclabili, ecc…

 

guerilla-gardening Guerrilla gardening

Guerrilla gardening

 

Alcune aziende di giardinaggio aiutano i battaglieri con consigli e donano piante e materiali pro-causa; un atteggiamento importante per educare i giovani “inesperti” che diventano spesso soggetti a critiche esterne visto la natura “ribelle” del progetto.

John F. Adams scrisse un libro a riguardo puntando ad incoraggiare i giardinieri a far crescere le varietà di vegetali presenti in natura invece di quelle ibride risultato della selezione artificiale delle aziende di sementi.

 

Guerrilla gardeningrecycled-urban-guerrilla-garden

 

Diamo vita a zone morte con attacchi verdi, e documentiamo il nostro gesto pubblicandolo sul sito per mostrare quanto le nostre città potrebbero diventare belle solo con un po’ di buona volontà!

 

www.guerrillagardening.it