Home > Autoproduzione > Fashion > Electroloom

Electroloom

Electroloom nasce dall’idea di un team di tre ingegneri di San Francisco: Marcus Foley, Aaron Rowley e Joseph White, e potrebbe rappresentare il germoglio di una vera e propria rivoluzione nell’industria della moda.

Electroloom permette a chiunque di progettare e creare capi prêt-à-porter, a partire da una geometria 3D personalizzata, senza necessità di cuciture e con la comodità di poter fare tutto da casa propria.

Dopo un anno e mezzo di sviluppo, e il grande successo della campagna Kickstarter si è concretizzata la possibilità di andare oltre la fase di prototipazione.

 

 

2

 

Uno degli obiettivi di Electroloom è quello di ridurre la quantità d’energia necessaria alla realizzazione di un capo d’abbigliamento, infatti a differenza dei metodi tradizionali, Electroloom non taglia, non cuce, ma genera il tessuto da zero, attraverso la tecnica di elettrofilatura, un metodo che converte una speciale soluzione liquida in nanofibre solide, spruzzate e depositate sulla piastra modello, guidate da un campo elettromagnetico dentro la stampante con un processo molto simile alle tecniche utilizzate nei laboratori per generare tessuto organico.

 

 

1

 

Gli utenti devono solo possedere alcune semplici competenze CAD per progettare i propri modelli, e Electroloom fa il resto!

Una volta tolto dallo stampo, il materiale flessibile, può essere drappeggiato, plissettato e rielaborato in modo molto simile ai tessuti tradizionali,

In futuro sarà semplice utilizzare il modello 3d proprio busto per ottenere così un capi perfettamente su misura.

Questa tecnologia riduce inoltre il processo di fabbricazione tradizionale del tessuto a un unico passaggio, convertendo direttamente la materia prima in prodotto finito a beneficio della sostenibilità ambientale ed economica.

 

 

www.electroloom.com

Rate this article: