Home > Vai e Stai > Cohousing

Cohousing

Il cohousing è un’iniziativa che consiste in una particolare forma di convivenza condominiale che nasce in Scandinavia negli anni 60, ed è oggi diffuso specialmente in Danimarca, Svezia, Olanda, Inghilterra, Stati Uniti, Canada, Australia e Giappone.

 

Si parla di uno di quei concetti nuovi, ma relativamente vecchi, praticamente sconosciuto qui in Italia fino ad oggi (a parte rarissime eccezioni).

 

In italiano potremmo rendere cohousing con il termine “coabitazione solidale”, ovvero una specie di villaggio costituito da un gruppo di vicini che partecipano allo stesso progetto di condivisione.

Il cohousing consiste in sintesi in un progetto di vita comunitaria tra un gruppo di famiglie che pur rima­nendo auto­nome nella gestione del pro­prio appartamento deci­dono di con­di­vi­dere alcuni spazi e ser­vizi comuni.

La maggior parte delle comunità è costituita dalle venti alle quaranta unità abitative, dove vivono famiglie o single. I residenti si occupano personalmente della gestione e della manutenzione degli spazi. Non ci sono principi ideologici alla base dell’unione, ma soltanto la voglia di adottare uno stile di vita più salutare.

 

La sempre più frequente adesione a questo tipo di iniziativa ha dato vita a veri e propri progetti edilizi, pensati appunto per la facilitazione degli scambi sociali e delle regole da adottare.

 

Co-housing- cohousing1

 

 

Si parla di una lavanderia comune, una sala di intrattenimento, piscina, orti, giardino e spazio per i bambini; ma si può anche decidere di condividere delle automobili e degli elettrodomestici. A volte il gruppo promotore si accorda anche per dei servizi comuni, come il car sharing o la turnazione per il pagamento di bollette e ritiro della posta.

Il cohousing nasce dall’esigenza sempre più forte di riscoprire legami comunitari nelle realtà urbane, all’insegna di una vita comune centrata sulla sostenibilità ambientale ed economica.

 

Cohousing

ecovillaggi-e-cohousing-libro-67542 cop_vivereinsieme

 

 

Sembra impossibile? No! Perché è sempre stato così!

 

 

Per migliaia di anni la dimensione della famiglia à stata quella del villaggio ed è questa la dimensione dove si vive e si cresce meglio, dove si possono conciliare i tempi soffocanti tra famiglia e lavoro, prevenendo anche le patologie legate alla solitudine e all’isolamento ormai comunissime sia negli adulti che nei bambini.